Quale categoria la interessa?

CATEGORIA M (CATEGORIA SPECIALE)

Ciclomotori

Categoria M (Categoria speciale)

Età minima

14 anni

Categorie necessarie:

nessuna

Corso samaritani

non necessario

Esame della vista

con ogni domanda di rilascio della licenza per allievo conducente non deve risalire a più di 24 mesi fa.

Visita di un medico di fiducia

è necessaria per i disabili fisici e per i richiedenti di oltre 65 anni di età.

Epilettici

sono ammessi a circolare soltanto sulla base di un certificato d’idoneità rilasciato da un neurologo o da parte di un medico specialista in epilessia.

Esame teorico

esame teorico di base semplificato

Esame pratico

no, solo in caso di dubbio sulla competenza a condurre

Teoria della circolazione

non necessaria

Validità licenza per allievo conducente

non è necessaria alcuna licenza per allievo conducente

Autorizzazioni supplementari

ciclomotori leggeri*, ciclomotori elettrici leggeri**

* Il titolare della licenza di categoria M può inoltre condurre ciclomotori leggeri e altri veicoli, per i quali non è richiesta una licenza di condurre, prima del raggiungimento del 16° anno di età.

** Ciclomotori elettrici leggeri (“biciclette elettriche”) con una potenza massima di 500 Watt, la cui velocità massima è di 25 km/h in caso di pedalata assistita, raggiungono una velocità massima di 20 km/h per la loro costruzione: a partire dai 14 anni è richiesta la categoria M., a partire dai 16 anni non è richiesta alcuna licenza.

** Ciclomotori elettrici (“ciclomotori elettrici” con targa per ciclomotore) con una potenza massima di 1000 Watt, la cui velocità massima è di 45 km/h in caso di pedalata assistita, raggiungono una velocità massima di 30 km/h per la loro costruzione: a partire dai 14 anni è richiesta la categoria M.

Nel traffico interno la licenza di condurre M autorizza all’impiego di rimorchi su veicoli della categoria speciale M.

Categoria M (Categoria speciale)

Un esame pratico di conducente è necessario solo se il candidato non ha ancora raggiunto l’età minima, o se l’autorità ha dubbi in merito all’idoneità.

Categoria M (Categoria speciale)

Vista
Acuità visiva occhio più sano: 0,5 / occhio meno sano: 0,2 (misurati separatamente)
Visione monoculare (inclusa un’acuità visiva dell’occhio meno sano < 0,2): 0,6
Campo visivo Visione binoculare: campo visivo orizzontale di almeno 120 gradi. Estensione verso destra e verso sinistra di almeno 50 gradi. Estensione verso l’alto e verso il basso di almeno 20 gradi. Il campo visivo centrale deve essere normale fino a 20 gradi. Visione monoculare: campo visivo normale se la motilità oculare è normale.
Diplopia Nessuna limitazione legata alla diplopia.
Acuità visiva crepuscolare e sensibilità all’abbagliamento Nessuna riduzione importante dell’acuità visiva crepuscolare. Nessun aumento importante della sensibilità all’abbagliamento.
Udito --
Alcol, stupefacenti e medicamenti psicotropi
  • Nessuna dipendenza.
  • Nessun abuso avente ripercussioni sulla guida.
Disturbi psichici
  • Nessun disturbo psichico associato a ripercussioni significative sulla percezione della realtà, sulla capacità di elaborare e valutare informazioni, sulla capacità di reazione e di adattamento alla situazione.
  • Nessuna alterazione delle riserve funzionali avente ripercussioni sulla guida.
  • Nessun sintomo maniacale o di depressione grave.
  • Nessun disturbo rilevante della personalità, in particolare di tipo dissociale.
  • Nessuna riduzione rilevante della capacità intellettiva.
Disturbi cerebrali di origine organica
  • Nessuna malattia o disturbo psichico di origine organica che alteri in modo significativo lo stato di coscienza, l’orientamento, la memoria, il raziocinio o la capacità di reazione oppure un altro disturbo cerebrale.
  • Nessun sintomo maniacale o di depressione grave.
  • Nessun disturbo del comportamento avente ripercussioni sulla guida.
  • Nessuna alterazione delle riserve funzionali avente ripercussioni sulla guida.
Malattie neurologiche
  • Nessuna malattia o conseguenza di lesioni od operazioni del sistema nervoso centrale o periferico avente ripercussioni significative sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
  • Nessun disturbo o perdita dello stato di coscienza.
  • Nessun disturbo dell’equilibrio.
Malattie cardiache e circolatorie
  • Nessuna malattia associata a un elevato rischio di insorgenza di dolori parossistici, episodi di malessere, riduzione dell’irrorazione sanguigna cerebrale risultante in una riduzione dell’efficienza, in alterazioni dello stato di coscienza o in un peggioramento dello stato di salute generale permanente o parossistico.
  • Nessuna anomalia rilevante della pressione arteriosa.
Malattie metaboliche
  • In presenza di diabete mellito, il tasso di glicemia nel sangue deve essere costante e non indicare ipoglicemia né iperglicemia aventi ripercussioni sulla guida.
  • Nessun’altra malattia metabolica avente ripercussioni rilevanti sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
Malattie degli organi respiratori e addominali Nessuna malattia caratterizzata da eccessiva sonnolenza diurna e nessun’altra malattia o limitazione che incida sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
Malattie della colonna vertebrale e dell’apparato locomotore Nessuna malformazione, malattia, paralisi, nessuna conseguenza di lesioni od operazioni avente ripercussioni significative sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore e non sufficientemente correggibile mediante appositi ausili.