Quale categoria la interessa?

Categoria A

Motoveicoli con una potenza del motore superiore a 35 kW o un rapporto tra potenza del motore e peso a vuoto superiore a 0,20 kW/kg.

Categoria A

Età minima

25 anni (accesso diretto)
o almeno 2 anni dopo avere ottenuto la cat. A limitata, a condizione che durante i due anni precedenti la richiesta, il titolare non abbia commesso nessuna infrazione alle disposizioni del diritto della circolazione stradale implicanti la revoca della licenza di condurre

Categorie necessarie

nessuna (se accesso graduale: A limitato)

Corso samaritani

ne sono dispensati i titolari delle categorie B, B1 o A1. Non deve risalire a più di 6 anni fa.
Sito web degli organizzatori riconosciuti dei corsi

Esame della vista

con ogni domanda di rilascio della licenza per allievo conducente, non deve risalire a più di 24 mesi fa.

Visita di un medico di fiducia

è necessaria per i disabili fisici e per i richiedenti di oltre 65 anni di età.

Epilettici

sono ammessi a circolare soltanto sulla base di un certificato d’idoneità rilasciato da un neurologo o un medico specialista in epilessia.

Esame teorico base

ne sono dispensati i titolari delle categorie B, B1 o A1

Esame teorico complementare

nessuno

Teoria della circolazione

ne sono dispensati i titolari delle categorie B, B1 o A1

Formazione pratica di base

6 ore per i titolari della cat. A1 (conseguita dopo il 01.04.2003), altrimenti 12 ore.
Per i titolari della categoria A1 secondo il diritto anteriore (conseguita prima del 01.04.2003) non è richiesta la formazione di base.
I candidati alla licenza di condurre della categoria A non possono svolgere la formazione pratica di base con dei veicoli della sottocategoria A1.

Esame pratico

Per i candidati con un accesso diretto è richiesto un esame di guida pratico della durata di 30 minuti.
Per i candidati con un accesso graduale viene annullata, su richiesta, la limitazione a 35 kW (vedi età minima).

regolamento speciale

Nel caso la categoria A 35kW sia stata ottenuta senza esame sulla base della categoria A1 del diritto anteriore. In questo caso, deve essere svolto l’esame pratico di conducente per la categoria A.

Validità licenza per allievo conducente

4 mesi, conclusasi la formazione di base con successo viene prolungata di 12 mesi.

Scuola di guida

  • occorre la licenza per allievo conducente
  • non è richiesto alcun accompagnatore
  • è permesso un accompagnatore titolare della corrispondente categoria

Autorizzazioni supplementari

A (limitata), A1, B1, F, G, M

Licenza di condurre in prova

per ottenere la licenza di condurre di durata illimitata sono da assolvere 2 corsi di formazione complementare durante il periodo di prova.

Categoria A

Categoria A illimitata:
un motoveicolo senza carrozzino laterale avente una potenza del motore di almeno 35 kW e due posti a sedere.

Categoria A limitata a 35 kW:
un motoveicolo senza carrozzino laterale avente una potenza del motore di al massimo 35 kW e due posti a sedere, esclusi i motoveicoli della sottocategoria A1.

Equipaggiamento protettivo specifico per moto
Per l’esame di conducente deve essere indossato un equipaggiamento protettivo specifico per moto (casco, abbigliamento, guanti, stivali).

Categoria A

Vista
Acuità visiva occhio più sano: 0,5 / occhio meno sano: 0,2 (misurati separatamente)
Visione monoculare (inclusa un’acuità visiva dell’occhio meno sano < 0,2): 0,6
Campo visivo Visione binoculare: campo visivo orizzontale di almeno 120 gradi. Estensione verso destra e verso sinistra di almeno 50 gradi. Estensione verso l’alto e verso il basso di almeno 20 gradi. Il campo visivo centrale deve essere normale fino a 20 gradi. Visione monoculare: campo visivo normale se la motilità oculare è normale.
Diplopia Nessuna limitazione legata alla diplopia.
Acuità visiva crepuscolare e sensibilità all’abbagliamento Nessuna riduzione importante dell’acuità visiva crepuscolare. Nessun aumento importante della sensibilità all’abbagliamento.
Udito --
Alcol, stupefacenti e medicamenti psicotropi
  • Nessuna dipendenza.
  • Nessun abuso avente ripercussioni sulla guida.
Disturbi psichici
  • Nessun disturbo psichico associato a ripercussioni significative sulla percezione della realtà, sulla capacità di elaborare e valutare informazioni, sulla capacità di reazione e di adattamento alla situazione.
  • Nessuna alterazione delle riserve funzionali avente ripercussioni sulla guida.
  • Nessun sintomo maniacale o di depressione grave.
  • Nessun disturbo rilevante della personalità, in particolare di tipo dissociale.
  • Nessuna riduzione rilevante della capacità intellettiva.
Disturbi cerebrali di origine organica
  • Nessuna malattia o disturbo psichico di origine organica che alteri in modo significativo lo stato di coscienza, l’orientamento, la memoria, il raziocinio o la capacità di reazione oppure un altro disturbo cerebrale.
  • Nessun sintomo maniacale o di depressione grave.
  • Nessun disturbo del comportamento avente ripercussioni sulla guida.
  • Nessuna alterazione delle riserve funzionali avente ripercussioni sulla guida.
Malattie neurologiche
  • Nessuna malattia o conseguenza di lesioni od operazioni del sistema nervoso centrale o periferico avente ripercussioni significative sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
  • Nessun disturbo o perdita dello stato di coscienza.
  • Nessun disturbo dell’equilibrio.
Malattie cardiache e circolatorie
  • Nessuna malattia associata a un elevato rischio di insorgenza di dolori parossistici, episodi di malessere, riduzione dell’irrorazione sanguigna cerebrale risultante in una riduzione dell’efficienza, in alterazioni dello stato di coscienza o in un peggioramento dello stato di salute generale permanente o parossistico.
  • Nessuna anomalia rilevante della pressione arteriosa.
Malattie metaboliche
  • In presenza di diabete mellito, il tasso di glicemia nel sangue deve essere costante e non indicare ipoglicemia né iperglicemia aventi ripercussioni sulla guida.
  • Nessun’altra malattia metabolica avente ripercussioni rilevanti sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
Malattie degli organi respiratori e addominali Nessuna malattia caratterizzata da eccessiva sonnolenza diurna e nessun’altra malattia o limitazione che incida sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore.
Malattie della colonna vertebrale e dell’apparato locomotore Nessuna malformazione, malattia, paralisi, nessuna conseguenza di lesioni od operazioni avente ripercussioni significative sulla capacità di guidare con sicurezza un veicolo a motore e non sufficientemente correggibile mediante appositi ausili.